GELBISONVALLO.it
Sito ufficiale dell’ A.S.D. Gelbison Vallo della Lucania
gelbison stadio morra vallo della lucania
Informazione dalla Gelbison
La Gelbison perde lo scontro diretto per i playoff: al "Morra" passa il Nardò
data di pubblicazione: 19/03/2017
La Gelbison non riesce a dare seguito alla bella e convincente prova di Nocera e cade ancora al Morra in un match pirotecnico, al cospetto di un Nardò spietato, giunto a Vallo della Lucania ben carico, forte degli otto successi esterni conseguiti.
Alfonso Pepe conferma la stessa formazione vittoriosa a Nocera con Schiavino, Giordano e D’Orsi, quest’oggi capitano, a comporre il pacchetto arretrato, i vallesi Iuliano e Manzillo a centrocampo, con Maggio e Cappiello a fare sportellate davanti.
Il tecnico dei salentini Foglia Manzillo nel 3-5-2 iniziale, inserisce Ancora al fianco di Kieremateng, vista la squalifica del bomber Patierno, mentre Caporale sostituisce Camisa, non al meglio, nei tre di difesa.
Il Nardò parte subito forte ed al 6’ è già in vantaggio. Sugli sviluppi di un angolo calciato dalla destra da Bertacchi la sfera giunge dalla parte opposta dove raccoglie Tarallo che salta Ferraioli e mette al centro per Benvenga che elude l’intervento dei difensori e con un tocco ravvicinato sblocca il match.
Un minuto più tardi Cappiello si incunea in area dalla destra e calcia ad incrociare sul palo lontano, fornendo un assist per Lordi la cui conclusione da distanza ravvicinata viene respinta in angolo da Benvenga.
Al 10’ la Gelbison perviene al pareggio. Su azione d’angolo calciato da Manzillo, è Maggio il più lesto ad anticipare tutti insaccando alle spalle di Petrachi con un preciso tocco di destro.
Nemmeno il tempo di esultare che arriva la seconda doccia gelata per i tifosi vallesi. Sempre da un traversone dalla bandierina calciato da Bertacchi, arriva il vantaggio ospite grazie a Rosato che indisturbato, approfitta della disattenta marcatura rossoblù.
La Gelbison non ci sta e preme subito alla ricerca del pari. Al 17’, ancora Cappiello questa volta dal lato sinistro, penetra in area e mette al centro un invitante pallone ma sul servizio del giovane attaccante rossoblù, Gisonni è in ritardo e l’azione sfuma.
Al 21’, il Nardò sfiora la terza marcatura su progressione in area di Kyeremateng che appoggia dietro per l’accorrente Palmisano, il cui tiro è ribattuto sulla linea da un provvidenziale salvataggio di Giordano.
Al 25’, la Gelbison perviene al pareggio. Cappiello, da attaccante vero, controlla in area su invito di Manzillo, si gira ed in un fazzoletto conclude in porta, beffando Petrachi nell'angolo basso alla sua destra.
Alla mezz'ora, Pepe deve correre ai ripari sostituendo l’infortunato Iuliano con De Feo.
Il Nardò continua a premere maggiormente sugli esterni dove Ferraioli e Lordi, entrambi non al meglio, vanno in difficoltà e così al 34’,ancora da calcio d’angolo, altra parabola perfetta di Bertacchi e Kyeremateng, eludendo abilmente la marcatura, di testa firma la terza rete.
Un minuto più tardi, immediata reazione della Gelbison con il superlativo Cappiello che si libera in area e dal vertice sinistro fa partire un tiro improvviso che centra in pieno la traversa.
È il preludio al nuovo pari, che giunge al 42′, sugli sviluppi di una rimessa laterale, traversone in area ospite e Cappiello eludendo il fuorigioco, è il più lesto a girare in porta ed a siglare la sua personale doppietta.
L’ultimo sussulto della prima frazione arriva su una punizione ospite calciata da Ancora, ma D’Agostino è attento e blocca a terra senza problemi.
La ripresa sembra confermare l’equilibrio dei primi 45 minuti, ma al 57’ Bertacchi, il migliore dei suoi, disegna una parabola a scavalcare la difesa rossoblù per Kieremateng che supera D’Agostino in disperata uscita nel tentativo di chiudere lo specchio all’attaccante granata.
La parte centrale della ripresa offre meno spunti, risulta più spezzettata e lo spettacolo ne risente. Alfonso Pepe prova a dare più incisività ai suoi, inserendo prima Mejri per un evanescente Gisonni e successivamente rinunciando ad un difensore, D’Orsi, per far posto al rientrante Passaro che agisce a ridosso delle punte.
Al 70’, la Gelbison ci prova con il nuovo entrato Mejri che in area ospite, conclude di sinistro ma il portiere Petrachi devia e sulla ribattuta, Maggio è fermato dall’assistente in dubbia posizione di fuorigioco.
Al 80’, nel momento in cui la Gelbison sembra compiere lo sforzo maggiore per pervenire al pareggio, in contropiede, Ancora servito da Kieremateng, firma la rete che vale la tranquillità.
Due minuti più tardi Cappiello, senza dubbio il migliore dei vallesi, scalcia Versienti e si becca il rosso diretto. Dopo cinque di recupero, finisce il match con i salentini che passano al “Morra” distanziando così la Gelbison di quattro lunghezze.

Sponsor ufficiale
Sponsor ufficiale
I campionati
• SERIE D gir. H
Informazione
• Archivio notizie
• Rassegna stampa
• Magazine
• Archivio Magazine
• Newsletter
Partners
• Sponsor
• Merchandising